Ninfee, glicini e fiori dai mille colori: ecco i giardini di Giverny che ispirarono i dipinti di Monet
Giverny è un comune francese di piccolissime dimensioni. Situato in Normandia, nella Francia settentrionale, ha solo 523 abitanti ma è famoso in tutto il mondo.
Ninfee, glicini e fiori dai mille colori: ecco i giardini di Giverny che ispirarono i dipinti di Monet
Giverny è un comune francese di piccolissime dimensioni. Situato in Normandia, nella Francia settentrionale, ha solo 523 abitanti ma è famoso in tutto il mondo.
Giverny è un comune francese di piccolissime dimensioni. Situato in Normandia, nella Francia settentrionale, ha solo 523 abitanti ma è famoso in tutto il mondo. A Giverny, infatti, nacque, visse e morì il pittore Claude Monet, uno dei fondatori dell'Impressionismo e quasi sicuramente il suo esponente più influente.
Monet si appassionò della pittura "en plein air" (all'aria aperta).
Guardando il suo giardino, che oggi è un monumento storico, si può capire cosa abbia incantato Monet. Con una flora variegata, tra glicini, ninfee (molto ritratte dall'artista), salici e fiori dai mille colori, il giardino di Giverny è una meraviglia naturale.
Monet visse nella casa tra il 1883 e il 1926, e si fuse spiritualmente con il luogo, trasponendolo nelle sue opere.

Leggi anche: L'impressionismo e i paesaggi della California: ecco come gli artisti americani praticarono l' "en plein air" con la loro terra

 i giardini di Giverny i giardini di Giverny i giardini di Giverny
Il giardino di Claude Monet a Giverny
Wikimedia // "io" // GFDL
I fiori al giardino di GivernyIl giardino di Giverny di Monet
Annuncio Sponsorizzato
Annuncio Sponsorizzato
Ninfee, Claude Monet
Ninfee, Claude MonetNinfee, Claude Monet
Copiato!