Homepage Trending Fatti strani
Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Mondo e Culture
Animali e Natura
Fotografia
Arte e Architettura
Persone
Cibo
Storia e passato
Must-see e Must-have
Diventiamo grandi insieme
a voi. Seguici su Facebook.
Diventiamo grandi insieme a voi. Seguici su Facebook
info_icon
Siamo appassionati di belle notizie, ne abbiamo ancora un sacco da postare.
fbox_icon fbox_icon fbox_icon fbox_icon

Una tomba egizia di 4000 anni fa è stata trovata dagli archeologi perfettamente preservata

Pubblicato il giorno 25/04/2019 alle ore 14:28
In Egitto le scoperte archeologiche non finiscono mai. Chissà quanti tesori dell'antichità sono ancora nascosti sotto terra! Il loro valore risiede nel loro profondo significato culturale, che ci racconta molto dei popoli che abitavano la Terra molto prima di noi.
Di recente, è stata scoperta una tomba colorata a Saqqara, un luogo che ospita alcune delle più antiche piramidi d'Egitto. La tomba si è preservata incredibilmente bene, e le pitture che decorano i muri sembrano essere state realizzate ieri. In realtà, però, la tomba ha oltre 4.000 anni.
Per celebrare la scoperta, il professor Khaled al-Enani, il Ministro delle Antichità Egizio, ha portato 50 dignitari di stati esteri a visitare il sito.



Si crede che la tomba, che si trova in mezzo a una grande necropoli, sia stata creata durante la Quinta Dinastia, tra il XXV e il XXIV secolo a.e.v.
Si tratta di un periodo conosciuto per il fatto che le preghiere funebri stavano iniziando ad essere scritte sulle tombe regali. La tomba in questione venne creata per un dignitario chiamato Khuwy.
Le caratteristiche architetturali della tomba, come l'entrata a tunnel, porta gli archeologi a credere che Khuwy fosse un personaggio importante. I colori utilizzati per le pittore sono considerati "regali".
Questo solleva domande sull'influenza del personaggio nel contesto del faraone della Quinta Dinastia Djedkare Isesi, la cui tomba è lì vicino.
Gli storici sperano che questa straordinaria scoperta si riveli una fonte di informazioni riguardo al regno di Djedkare, un leader che è stato tenuto in forte considerazione dai suoi contemporanei ma di cui oggi si sa relativamente poco.



Leggi anche...

Fureai Sekibutsu no Sato, lo spettrale parco giapponese dove si nascondono 800 statue abbandonate
A quanto pare i moai dell'Isola di Pasqua hanno un corpo nascosto sotto terra
La foresta millenaria di Yakushima è uno dei luoghi più incantati del Giappone
Daisugi: questa tecnica giapponese del XIV secolo permetterebbe di produrre legname senza abbattere alberi
Angkor Wat: il "Tempio della città" che si erge dalla foresta pluviale cambogiana
Walakiri Beach, la spiaggia indonesiana degli alberi danzanti
Fureai Sekibutsu no Sato, lo spettrale parco giapponese dove si nascondono 800 statue abbandonate A quanto pare i moai dell'Isola di Pasqua hanno un corpo nascosto sotto terra La foresta millenaria di Yakushima è uno dei luoghi più incantati del Giappone
Daisugi: questa tecnica giapponese del XIV secolo permetterebbe di produrre legname senza abbattere alberi Angkor Wat: il "Tempio della città" che si erge dalla foresta pluviale cambogiana Walakiri Beach, la spiaggia indonesiana degli alberi danzanti