Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Le eteree sculture di vetro di Rui Sasaki risplendono nel buio come luminosi spiriti azzurri
Nelle sue incredibili sculture di vetro, l'artista giapponese Rui Sasaki cattura la natura mutevole del tempo atmosferico. Utilizzando vetro fosforescente, che può immagazzinare luce e risplendere nell'oscurità, ella crea luminose installazioni di varie dimensioni.
Le eteree sculture di vetro di Rui Sasaki risplendono nel buio come luminosi spiriti azzurri
Nelle sue incredibili sculture di vetro, l'artista giapponese Rui Sasaki cattura la natura mutevole del tempo atmosferico. Utilizzando vetro fosforescente, che può immagazzinare luce e risplendere nell'oscurità, ella crea luminose installazioni di varie dimensioni.

Nelle sue incredibili sculture di vetro, l'artista giapponese Rui Sasaki cattura la natura mutevole del tempo atmosferico. Utilizzando vetro fosforescente, che può immagazzinare luce e risplendere nell'oscurità, ella crea luminose installazioni di varie dimensioni. Alcune sculture hanno la forma di una goccia di pioggia che cade dal cielo, mentre altre sono semplicemente piatti o oggetti astratti. In stanze buie, queste sculture sembrano luminosi spiriti azzurri.

Originario della regione di Kanto, Sakaki sviluppò un interesse nei fenomeni atmosferici dopo essersi trasferita a Hokuriku, conosciuta per il clima variabile. "Quando mi sono trasferita qui per la prima volta, sono rimasta sorpresa dai cieli plumbei di Hokuriku e dal tempo instabile, dalle forti piogge e l'elevata umidità, e sono stata anche sorpresa dal grande impatto fisico e mentale che il clima ha avuto su di me" racconta l'artista. "Ho cominciato a lavorare con il vetro fosforescente perché, a Hokuriku, ci si meraviglia al minimo intervallo di cielo sereno, e io volevo visualizzare e celebrare quel pizzico di luce solare, e registrarla e preservarla in qualche modo."

Le sculture di Rui Sasaki non sono oggetti statici, ma si attivano al momento giusto. Al Corning Museum of Glass, la sua serie "Liquid Sunshine" accoglie i visitatori in una stanza buia. Le luci, però, si spengono soltanto quando entra qualcuno. Il materiale fosforescente, finora costantemente in carica, brilla per un determinato periodo di tempo, mentre le persone si aggirano per la stanza. Poi, pian piano, la luce si dissolve, "nello stesso modo in cui i ricordi dei raggi del sole svaniscono durante i giorni bui d'inverno".

A maggio, l'artista esibirà i suoi pezzi a Tokyo, alla Gallery DiEGO Omotesando. Il vetro, secondo Sasaki, è "un materiale che rende l'invisibile, visibile; il suo consistente dualismo ci invita a ponderare la presenza e l'assenza, e ci permette di preservare e ricordare".

Se vi piacciono i lavori dell'artista, vi invitiamo a seguirla su Instagram per non perdervi le sue prossime creazioni.

“Liquid Sunshine/ I am a Pluviophile,” // Yayushi Ichikawa / The Corning Museum of Glass
“Liquid Sunshine/ I am a Pluviophile,” // Yayushi Ichikawa / The Corning Museum of Glass
“Liquid Sunshine/ I am a Pluviophile,” // Yayushi Ichikawa / The Corning Museum of Glass
“Liquid Sunshine/ I am a Pluviophile,” // Yayushi Ichikawa / The Corning Museum of Glass
“Liquid Sunshine/ I am a Pluviophile,” // Yayushi Ichikawa / The Corning Museum of Glass
“Remembering the weather,” // Kichiro Okamura
“Remembering the weather,” // Kichiro Okamura
“Weather Mirror,” // Kichiro Okamura

Rui Sasaki: Sito web - Instagram

Copiato!