Homepage Trending Fatti strani
Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Mondo e Culture
Animali e Natura
Fotografia
Arte e Architettura
Persone
Cibo
Storia e passato
Must-see e Must-have
Diventiamo grandi insieme
a voi. Seguici su Facebook.

I pendolari ritratti con un iPhone diventano opere d'arte nelle foto di Dina Alfasi

Pubblicato il giorno 08/10/2020 alle ore 21:51
Mentre andate al lavoro forse non siete dell'umore giusto per guardarvi intorno. Ma sui mezzi si possono notare tante persone diverse, interessantissime. Molti pensano al giorno che li aspetta, o sognano ad occhi aperti. Molti altri sono chinati su libri o telefoni.

Dina Alfasi è un'ingegnera che lavora in ospedale. Mentre si reca a lavoro, approfitta dei momenti dedicati agli spostamenti quotidiani per catturare degli impressionanti ritratti di sconosciuti persi nel loro mondo. Non si porta una macchina fotografica: usa il proprio iPhone, e lo usa con una abilità sorprendente.
"Sono ispirata dai piccoli momenti quotidiani" ha detto l'artista. "Il mio lavoro è un testamento lasciato per raccontare storie attraverso una singola foto, ma anche la prova che tutto ciò che occorre è guardarsi intorno per trovare i momenti magici".



Ogni giorno, Dina prende i trasporti pubblici per spostarsi dalla sua città natale al suo luogo di lavoro, nell'Israele settentrionale. "Cerco di trasmettere emozioni. Cerco persone che mi portino a fermarmi per un momento e a pensare: 'quale è la loro storia?'. Cerco di catturare le profondità della complessità umana. C'è qualcosa di intimo e di vulnerabile nel modo che ognuno ha di esistere in pubblico. Le mie foto catturano qualcosa inerentemente familiare in ognuno degli sconosciuti".

"La disponibilità dell'iPhone mi permette di fotografare velocemente e senza attirare troppo l'attenzione. Appena trovo qualcosa di interessante controllo immediatamente le condizioni di luce, e cerco l'angolo migliore".



La parte preferita, per Dina, è leggere i commenti delle persone che le scrivono dopo aver visto le foto, dicendole come si sono sentiti nel guardarle. Non sono mai ovvi, e sempre interessanti. Se volete potete seguirla e scriverle anche voi (se siete pratici con l'inglese).
Ecco il suo profilo Instagram e il profilo Facebook.




Dina Alfasi: Instagram - Facebook


Leggi anche...

I minuscoli appartamenti di Hong Kong visti dall'alto: una denuncia del problema abitativo della città
Mosuo: racconto di una società matriarcale
15 cose che soltanto le persone estremamente introverse possono capire
Il pellegrinaggio di Shikoku per perdersi e ritrovarsi fra 88 templi giapponesi
Larung Gar di Sertar, la più grande scuola per monaci buddhisti che ospita 40.000 adepti
Le rare foto della Spedizione Aurora, una delle prime avventure dell'uomo in Antartide
I minuscoli appartamenti di Hong Kong visti dall'alto: una denuncia del problema abitativo della città Mosuo: racconto di una società matriarcale 15 cose che soltanto le persone estremamente introverse possono capire
Il pellegrinaggio di Shikoku per perdersi e ritrovarsi fra 88 templi giapponesi Larung Gar di Sertar, la più grande scuola per monaci buddhisti che ospita 40.000 adepti Le rare foto della Spedizione Aurora, una delle prime avventure dell'uomo in Antartide