Homepage Trending Fatti strani
Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Mondo e Culture
Animali e Natura
Fotografia
Arte e Architettura
Persone
Cibo
Storia e passato
Must-see e Must-have
Diventiamo grandi insieme
a voi. Seguici su Facebook.
Diventiamo grandi insieme a voi. Seguici su Facebook
info_icon
Siamo appassionati di belle notizie, ne abbiamo ancora un sacco da postare.
fbox_icon fbox_icon fbox_icon fbox_icon

Great Blue Hole, la misteriosa voragine blu nel Mare dei Caraibi

Pubblicato il giorno 09/04/2020 alle ore 17:06
Al centro dell'atollo di Lighthouse Reef, a circa 60km ad est di Belize City, si trova una affascinante quanto misteriosa voragine, per gli esperti originatasi circa 30 milioni di anni fa, durante l'ultima era glaciale.

Con la sua forma quasi perfettamente circolare, attorniata dalla bellezza dei coralli e dalla varietà di blu che le acque che bagnano l'atollo assumono, non è difficile immaginare come mai essa sia divenuta un'ambita meta turistica negli ultimi anni, soprattutto da quando l'esploratore Jacques-Yves Cousteau, ne ha accresciuto la popolarità definendolo uno dei 10 siti di immersione più interessanti al mondo.

E' infatti il desiderio di tuffarsi all'interno del "Great Blue Hole", letteralmente il grande buco blu, e di scoprirne i misteri ciò richiama ogni anno tantissimi curiosi ed intraprendenti, la smania di provare il brivido di scendere in profondità e di osservare un paesaggio subacqueo risalente a circa 30 milioni di anni fa. La voragine era in origine una grotta calcarea profonda 124 metri e larga 300, che gli studiosi reputano essersi originata durante l'ultima era glaciale, quando il livello del mare era molto più basso. Durante il disgelo, l'oceano iniziò a rialzarsi penetrando all'interno della grotta fino a causarne il collasso del tetto, dando origine alla cosiddetta "valle di crollo" sommersa.
A riprova di ciò, la grotta è colma di stalattiti, la cui formazione è possibile solamente in assenza di acqua.

Man mano che si scende in profondità la voragine presenta diversi habitat: fino ai 17 metri l'ossigeno è ancora presente e consente la vita alle creature da esso dipendenti, vi è poi uno strato intermedio ricco di zolfo che raggiunge i 20 metri, profondità che la luce non è più capace di raggiungere. Anche i sub più esperti comunque non possono addentrarsi più in basso dei 40 metri.





Great Blue Hole - Belize


Leggi anche...

Ninfee, glicini e fiori dai mille colori: ecco i giardini di Giverny che ispirarono i dipinti di Monet
L'origine storica del termine "Thug Life": l'antica setta indiana che uccideva in nome della dea Kālī
Gli edifici costruiti nelle posizioni più strane del mondo
20 maestose foto che catturano la bellezza racchiusa nelle onde
I fiori di ciliegio (o sakura) della primavera giapponese ritratti da Hidenobu Suzuki
Shicheng, la città cinese sommersa dove si è fermato il tempo
Ninfee, glicini e fiori dai mille colori: ecco i giardini di Giverny che ispirarono i dipinti di Monet L'origine storica del termine "Thug Life": l'antica setta indiana che uccideva in nome della dea Kālī Gli edifici costruiti nelle posizioni più strane del mondo
20 maestose foto che catturano la bellezza racchiusa nelle onde I fiori di ciliegio (o sakura) della primavera giapponese ritratti da Hidenobu Suzuki Shicheng, la città cinese sommersa dove si è fermato il tempo