Questi dipinti surrealisti ad olio ritraggono un'onirica fusione tra animali e piante
Ogni giorno, negli ecosistemi, piante e animali sono integrati e stretti l'uno all'altro quasi senza soluzione di continuità. Spesso la bellezza di questa relazione sfugge alla nostra attenzione, ma l'artista di Los Angeles Jon Ching la pone sotto i nostri occhi in modo nuovo e sbalorditivo, in una serie di dipinti ad olio che ricombinano i tanti elementi naturali con straordinaria creatività.
Questi dipinti surrealisti ad olio ritraggono un'onirica fusione tra animali e piante
Ogni giorno, negli ecosistemi, piante e animali sono integrati e stretti l'uno all'altro quasi senza soluzione di continuità. Spesso la bellezza di questa relazione sfugge alla nostra attenzione, ma l'artista di Los Angeles Jon Ching la pone sotto i nostri occhi in modo nuovo e sbalorditivo, in una serie di dipinti ad olio che ricombinano i tanti elementi naturali con straordinaria creatività.

Ogni giorno, negli ecosistemi, piante e animali sono integrati e stretti l'uno all'altro quasi senza soluzione di continuità. Spesso la bellezza di questa relazione sfugge alla nostra attenzione, ma l'artista di Los Angeles Jon Ching la pone sotto i nostri occhi in modo nuovo e sbalorditivo, in una serie di dipinti ad olio che ricombinano i tanti elementi naturali con straordinaria creatività. 

Gli ibridi unici creati dall'unione di flora e fauna vengono definiti da Ching "flauna". Da barbagianni coperti di muschio e pesci che emergono dai petali dei fiori, le opere di Ching mostrano le più disparate combinazioni di forme, colori e concetti. Sono proprio le meraviglie del mondo naturale ad ispirare l'artista. "Dopo essersi accorti che c'è magia in ogni cellula di ogni organismo vivente, uno non può più ignorarlo" dice l'artista. "Si può essere tentati di descrivere l'intricato equilibrio tra milioni di organismi come soprannaturale, ma in realtà è proprio questa la definizione di naturale".

Benché immaginari, gli scenari di Ching sono straordinariamente dettagliati. L'artista inizia compiendo un gran numero di osservazioni, per scovare quelle qualità idiosincratiche che rendono qualcosa unico e allo stesso tempo si riferiscono a qualcos'altro. "Connessioni, piccole e grandi, che ci ricordano che siamo tutti imparentati come esseri viventi [...], e agiscono, per me, come punti da connettere l'uno all'altro".

Se vi piacciono, potete acquistare le opere di Ching sul suo negozio online, ma anche restare aggiornati sui suoi ultimi progetti seguendo l'artista su Instagram.

“Mother Mycelium.”
“Mother Mycelium.”
“Sheila Ann”
“Sheila Ann”
“Razzle Dazzle”
“Razzle Dazzle”
“Nectar”
“Nectar”
“Aquaria”
“Aquaria”
“Homestead”
“Homestead”
“Sprite”
“Sprite”
“Chasing Summer”
“Chasing Summer”
“Puhpowee”
“Puhpowee”

Jon ChingSito web - Facebook - Instagram

Copiato!