Homepage Trending Fatti strani
Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Mondo e Culture
Animali e Natura
Fotografia
Arte e Architettura
Persone
Cibo
Storia e passato
Must-see e Must-have
Diventiamo grandi insieme
a voi. Seguici su Facebook.
Diventiamo grandi insieme a voi. Seguici su Facebook
info_icon
Siamo appassionati di belle notizie, ne abbiamo ancora un sacco da postare.
fbox_icon fbox_icon fbox_icon fbox_icon

Il bizzarro aspetto dell'anguria prima che la "addomesticassimo"

Pubblicato il giorno 02/10/2020 alle ore 22:03
Originaria dell'Africa, secondo il famoso esploratore David Livingstone l'anguria cresceva abbandonante nel deserto del Kalahari, dove forse ebbe origine. Ancora oggi, là, il frutto cresce selvatico ed è conosciuto come tsamma. Per gli abitanti del luogo è sempre stata una fonte preziosa d'acqua, oltre che di nutrimento.
Già 5000 anni fa dell'anguria si trovava menzione in geroglifici dell'Antico Egitto. Il frutto veniva posto nelle tombe dei faraoni, pensando che potesse aiutarli a ristorarsi nell'aldilà.
Nel X secolo d.C. l'anguria era già coltivata in Cina. In Europa si diffuse soprattutto a partire dal Seicento. Il pittore italiano Giovanni Stanchi, conosciuto soprattutto per le sue nature morte e i suoi quadri di fiori, la ritrasse proprio in quel periodo, ed è incredibile quanto appaia diversa a quella che conosciamo oggi.

Prima che venisse accuratamente selezionata, l'anguria aveva molti più semi. Il professore americano di orticoltura James Nienhuis spiega che le angurie di quattro secoli fa avevano già un ottimo sapore, ma erano meno rosse.

Prima che l'uomo si accorgesse di quanto fosse saporito, il rosso dell'anguria aveva inizialmente lo scopo di fungere da placenta per i semi, conservandoli e proteggendoli. La selezione delle angurie ci ha permesso di aumentare la quantità della polpa a discapito del resto. Secondo Nienhuis, in futuro l'anguria avrà ancora meno semi di quanti ne abbia oggi.


Anguria ritratta da Giovanni StanchiAnguria ritratta da Giovanni Stanchi

Leggi anche...

10 cibi esotici che fanno sorprendentemente bene al tuo corpo
L'ikebana, l'antica arte giapponese della composizione floreale
Un professore di Cambridge ha provato delle ricette mesopotamiche di 4000 anni fa, condividendo le sue impressioni
Hua Tunan dipinge figure di animali usando schizzi di inchiostro, e il risultato è notevole
I classici riassunti in tre parole, per le persone pigre
10 delle fughe di prigione più epiche di sempre
10 cibi esotici che fanno sorprendentemente bene al tuo corpo L'ikebana, l'antica arte giapponese della composizione floreale Un professore di Cambridge ha provato delle ricette mesopotamiche di 4000 anni fa, condividendo le sue impressioni
Hua Tunan dipinge figure di animali usando schizzi di inchiostro, e il risultato è notevole I classici riassunti in tre parole, per le persone pigre 10 delle fughe di prigione più epiche di sempre