Homepage Trending Fatti strani
Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Mondo e Culture
Animali e Natura
Fotografia
Arte e Architettura
Persone
Cibo
Storia e passato
Must-see e Must-have
Diventiamo grandi insieme
a voi. Seguici su Facebook.
Diventiamo grandi insieme a voi. Seguici su Facebook
info_icon
Siamo appassionati di belle notizie, ne abbiamo ancora un sacco da postare.
fbox_icon fbox_icon fbox_icon fbox_icon

10 film censurati che hanno suscitato enorme scandalo

Pubblicato il giorno 22/05/2018 alle ore 21:41
Il cinema, così come le altre forme d'arte, è a volte in equilibrio tra necessità espressive e vincoli dovuti al pubblico a cui si rivolge. Da quando esiste il cinema esistono anche produttori e registi che si spingono ai limiti, rifiutandosi di ascoltare ciò che viene imposto da convenzioni sociali, pudore e morale.
Ma è giusto che l'arte sia libera, ed è spiacevole pensare che alcuni dei film del passato siano stati censurati perché troppo scandalosi, a prescindere da se ciò sia avvenuto nel nostro paese o in altri paesi democratici.

Ecco una lista di famosi film che hanno suscitato talmente tanto scandalo da venir censurati (con i rispettivi motivi).

1. Ultimo Tango a Parigi (Bertolucci, 1972)
Ultimo Tango a Parigi
PD

Questo film è ambientato a Parigi negli anni '70, e racconta della relazione tra un uomo (Marlon Brando) e una giovane donna (Maria Schneider) incontrata in un appartamento vuoto. I rapporti sessuali rappresentano l'unico modo in cui i due si conoscono l'un l'altro, l'unica forma di comunicazione.
Il film venne accusato di "esasperato pansessualismo fine a se stesso", e la pellicola venne condannata alla distruzione nel 1976, ma per fortuna se ne salvarono alcune copie. Una scena particolarmente osteggiata è quella in cui il protagonista utilizza il burro come lubrificante.
Bertolucci venne condannato a 4 mesi di detenzione, anche se la pena venne in seguito sospesa. Il film venne censurato anche a Singapore, in Nuova Zelanda, Portogallo, Spagna e Corea del Sud.


2. Cannibal Holocaust (Deodato, 1980)
Cannibal Holocaust

Cannibal Holocaust è uno dei film più crudi e terrificanti che si possano immaginare.
Si tratta del primo film ad utilizzare la tecnica del "falso documentario". Il film segue una troupe che si è persa mentre sta realizzando un reportage su tribù cannibali nella Foresta Amazzonica.
Nel corso della narrazione lo spettatore vedrà diverse scene di stupro (con i genitali ben visibili), di torture di animali (avvenute per davvero durante le riprese del film), una scena di un aborto forzato, l'impalamento di una donna... E altre scene ancora di sesso e di violenza.
Il Italia il film venne ritirato dopo essere stato proibito ai minori di 18 anni. In moltissimi altri paesi venne vietato del tutto. Altri ancora non hanno nemmeno valutato se censurarlo o meno, dal momento che la risposta era ritenuta scontata.


3. Totò che visse due volte (Ciprì e Maresco, 1998)
Totò che visse due volte
Screenshot

Un film in tre parti, apparentemente scollegate ma accomunate da temi comuni, ambientato a Palermo. Palermo è presentata cupamente, in toni quasi apocalittici, ricca di personaggi blasfemi e terribili.
Il film voleva denunciare la disperazione per il futuro dell'uomo, ma declina il messaggio morale in scene che hanno suscitato enorme scandalo.
I motivi sono diversi: la rappresentazione grottesca del popolo siciliano e l' "attentato" alla morale religiosa, il tutto in scene forti: ad esempio, in una si assiste a una violenza sessuale su un angelo. In un'altra, un malato di mente cerca di stuprare una statua della Madonna.


4. Salò o le 120 giornate di Sodoma (Pasolini, 1975)
Salò o le 120 giornate di Sodoma
PD

L'ultimo film di Pasolini vede quattro principali personaggi, ciascuno emblema di un potere della Repubblica Sociale Italiana, che rapiscono e segregano in una villa dei ragazzi e delle ragazze di famiglia antifascista. Iniziano 120 giornate di dittatura sessuale da parte dei "Signori" fascisti, con torture, stupri, orge e uccisioni, e perfino sesso necrofilo.
Il film venne censurato e sequestrato, e il produttore subì processi per oscenità e corruzione di minori.


5. Ecco l'impero dei sensi (Naghisa Oshima, 1976)
Ecco l'impero dei sensi
Screenshot

Non si tratta di un film pornografico, perché contiene più di semplici scene di sesso. Ma è uno dei film più erotici e sessuali della storia del cinema. Si ispira a una storia vera. Ambientato a Tokyo negli anni '30, racconta della relazione tra una cameriera e il proprietario di una pensione. Una relazione carnale, sregolata, che diventa una vera e propria estasi sessuale, assumendo caratteri ossessivi, fino ad inghiottire interamente i due protagonisti, che arrivano ad avere rapporti anche in pubblico.
Le inquadrature sono quasi pornografiche, e ogni dettaglio dei corpi degli attori viene messo in luce.
In Italia, il film è stato censurato in molte parti.


6. A serbian film (Spasojević, 2010)
A serbian film
Screenshot

Questo film, relativamente recente, vuole essere una metafora della violenza che il popolo serbo è stato costretto a subire (e a provocare) a causa del sistema di potere e del governo.
La violenza è dunque senza freni, e vuole appositamente disturbare il più possibile lo spettatore. Il protagonista è un pornodivo che è chiamato a fare un film eccessivamente violento. Il produttore, ricattandolo, lo costringerà ad atti terribili. Violenza, stupri, sesso con minori, necrofilia. Un porno che degrada nell'horror nella maniera peggiore possibile.
Il film è stato bandito da Spagna, Norvegia, Australia e Nuova Zelanda, mentre in altri paesi è stato ammesso nelle sale solo in seguito a pesanti censure


7. Non aprite quella porta (Hooper, 1974)
Non aprite quella porta

Un celeberrimo film horror che non poteva mancare a questo elenco. Cinque ragazzi vengono inseguiti da un gruppo di assassini, tra cui il famosissimo "Leatherface", un serial killer con una maschera di pelle umana.
All'inizio il film è stato censurato in moltissimi paesi (Gran Bretagna, Irlanda, Germania Ovest, Svezia, Norvegia, Finlandia, Islanda, Australia, Brasile, Cile, Malesia e Singapore). In Italia e in altri paesi d'Europa è stato vietato ai minori.

Se l'argomento vi affascina, leggete il nostro articolo sui serial killer più famosi della storia


8.Gola Profonda (Gerard, 1972)
Gola Profonda

Un film nato come porno, anche se con una trama propria. Proprio questo gli fece acquisire notorietà, e la sua diffusione suscitò un tremendo scandalo.
La storia parla di Linda, prostituta sessualmente insoddisfatta. Una collega cerca dei "superdotati" per risolvere il suo problema, ma non basta. Alla fine Linda scopre di avere il clitoride in gola...
Il film venne proibito e diverse persone vennero processate, sotto l'accusa di averne favorito la diffusione.


9. Assassini nati – Natural Born Killers (Stone, 1994)

screenshot
Il messaggio del regista è la collusione tra media e violenza: secondo Stone, essi si nutrono l'uno dell'altro. Ma qualcosa è andato storto nella realizzazione del film, e il risultato sembra un'apologia della violenza.
Il film ha come protagonisti due serial killer, e mette l'accento sul modo in cui le loro imprese siano pubblicizzate dai mass media, e quasi eroicizzate.
Non mancano le scene di violenza, gli assassini, un'atmosfera perversa che può sembrare molto pericolosa.

10. L'esorcista (Friedkin, 1973)
L'esorcista
Screenshot

Un buon candidato per il posto di film più spaventoso e inquietante di sempre. E il soggetto è semplice, anche se all'epoca era abbastanza originale: una bimba posseduto dal demonio.
Alla sua uscita ha suscitato un'enorme scandalo. Non soltanto per le numerosissime scene impressionanti a un livello devastante, ma anche perché la bambina posseduta, in una scena, si toglie la verginità con un crocifisso.
Proibito in tutto il mondo, l'Italia è stato il paese più indulgente (vietato ai minori di 14 anni). Forse perché, nonostante tutto, l'esorcismo e la lotta contro il demonio sono temi cari alla Chiesa Cattolica.


Fonte principale: Wikipedia

Leggi anche...

La storia e i significati del colore verde, dalla divinità egizia Osiride alle ninfee di Monet
I quaderni con gli appunti e gli schizzi di Leonardo digitalizzati dal V&A Museum di Londra
L'eleganza dei fiocchi di neve in una serie di macro fotografie
Una raccolta di animali trasparenti che è difficile credere esistano veramente
13 tatuaggi perfetti per gli amanti di fiori e piante
Storia delle geishe: le misteriose donne d'arte rimaste incomprese in Occidente
La storia e i significati del colore verde, dalla divinità egizia Osiride alle ninfee di Monet I quaderni con gli appunti e gli schizzi di Leonardo digitalizzati dal V&A Museum di Londra L'eleganza dei fiocchi di neve in una serie di macro fotografie
Una raccolta di animali trasparenti che è difficile credere esistano veramente 13 tatuaggi perfetti per gli amanti di fiori e piante Storia delle geishe: le misteriose donne d'arte rimaste incomprese in Occidente