Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
I magnifici esempi di calligrafia sulle foglie secche risalenti alla Turchia ottomana del XIX secolo
La calligrafia araba è nota per le sue linee artistiche e articolate. Nella Turchia ottomana, i calligrafi perfezionarono diversi stili di scrittura, elevandola a forma d'arte.
I magnifici esempi di calligrafia sulle foglie secche risalenti alla Turchia ottomana del XIX secolo
La calligrafia araba è nota per le sue linee artistiche e articolate. Nella Turchia ottomana, i calligrafi perfezionarono diversi stili di scrittura, elevandola a forma d'arte.

La calligrafia araba è nota per le sue linee artistiche e articolate. Nella Turchia ottomana, i calligrafi perfezionarono diversi stili di scrittura, elevandola a forma d'arte. Di recente, la piattaforma online Bayt Al Fann ha condiviso una serie di immagini che mostrano, per queste opere di calligrafia, l'utilizzo di una tela molto particolare: una foglia secca.

La scrittura dorata emerge sullo sfondo scuro delle foglie, le cui venature evidenziano ulteriormente la bellezza del lavoro, creando un pattern che si pone in contrasto con le svolazanti curve della calligrafia.

Il Museo della Civiltà Araba di Singapore ha diversi esempi di questi reperti nella sua collezione, e spiega che questa pratica ebbe il picco nella Turchia ottomana del XIX secolo. Realizzarle non era semplice, perché la foglia doveva essere secca, e il tessuto rimosso lentamente così da lasciare in evidenza soltanto le venature. "Lo stampino della composizione veniva posto dietro la foglia e su di essa era applicato l'inchiostro dorato, [mischiato] con gomma arabica".

I calligrafi sceglievano versi del Corano, poesie, preghiere. Le scritte venivano disposte in modo da formare frutta, animali o altri oggetti. Il risultato è incredibilmente bello, ma per arrivarci erano necessarie grande precisione e delicatezza.

Per oltre 100 anni, queste foglie sono state conservate con cura e si sono dimostrate in grado di superare la prova del tempo.

Copiato!