Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Il mistero del cinema fantasma nelle catacombe di Parigi
Era il 2004. La polizia di Parigi fa una strana scoperta, decisamente inquietante.
Era il 2004. La polizia di Parigi fa una strana scoperta, decisamente inquietante.
Un'enorme stanza sotterranea, di cui si ignorava l'esistenza, nascosta in una caverna sotto il 16esimo arrondissement della città. E la stanza conteneva un cinema completamente equipaggiato, con tanto di ristorante.

Due svastiche sono disegnate sul soffitto, insieme a croci celtiche e numerose stelle di David. Difficile, dunque, che si tratti di un gruppo estremisti. Una delle prime ipotesi dei poliziotti è che si tratti di una società segreta.

La caverna è stata scoperta da una squadra della polizia che stava esplorando tunnel, caverne sotterranee e catacombe: sotto Parigi, infatti, c'è una fitta rete sotterranea che la polizia deve controllare. Vicino a Trocadero, in un tunnel sotterraneo, i poliziotti si sono trovati davanti a un telone con scritto: Zona di Lavori, Accesso Proibito. Dietro, un tunnel che conteneva una videocamera a circuito chiuso, programmata per registrare automaticamente le immagini di chiunque passi. Lo stesso meccanismo faceva partire una registrazione di cani che abbaiano, chiaramente nel tentativo di spaventare gli avventori.

Annuncio Sponsorizzato
Annuncio Sponsorizzato


Più avanti, ecco l'anfiteatro del cinema, con uno schermo di enormi dimensioni e i nastri con un'ampia selezione di film, tra classici e thriller moderni. Accanto alla stanza principale, una più piccola con un bar-ristorante, equipaggiato con bottiglie di whiskey.
Un circuito elettrico professionale era installato nella caverna, che era anche provvista di linee telefoniche.

La cosa più inquietante è avvenuta tre giorni dopo, quando la polizia è tornata sul luogo con esperti della compagnia elettrica per capire da dove arrivassero i cavi. Ma i cavi erano stati tutti recisi, e il cinema era semplicemente scomparso. Una nota giaceva sul pavimento, al centro dell'anfiteatro segreto: "Non provate a trovarci".

Le catacombe risalgono ai tempi dell'Impero Romano, e ancora oggi sono frequentate da bande di "catafili", che entrano nei tunnel dopo il tramonto. Nell'immaginario collettivo, i catafili fanno orge ubriache sotto terra, ma è più probabile che si tratti di attività ben più innocenti.
Ma la spiegazione per il cinema fantasma sotto Parigi non può venire da qui. E per due anni nessuno ha trovato spiegazioni.

Catacombe di Parigi

Due anni dopo, Lazar Kunstmann del gruppo di artisti La Mexicaine De Perforation (LMDP) ha rivelato di essere uno dei responsabili del cinema fantasma sotterraneo.
A Gizmodo, Kunstmann ammette che quella del 2004 è stato il primo grande momento in cui sono stati "scoperti", "catturati in flagrante delicto". L'opinione pubblica si era scatenata, tanto quella francese quanto quella inglese, soprattutto per il modo in cui il gruppo era riuscito a coprire le proprie tracce.
Il gruppo di Kunstmann si era costituito negli anni '80, al liceo. Lui e i suoi amici, poco interessati alle attività tipiche della loro età, hanno iniziato ad esplorare le catacombe e a studiare le possibilità di sfruttarle.

Ancora tre anni dopo, Kunstmann ha pubblicato un libro, svelando altri dettagli (se pur ancora pochi). LMDP, il gruppo di cui fa parte, è soltanto un piccolo pezzo di un gruppo più ampio e potente: les UX (Urban eXperiment). Kunstamann ne parla nel libro, L'UX: La Culture en clandestins. Il gruppo, che conta più di 100 membri (di cui praticamente tutti segreti), mira a creare nuove esperienze in luoghi segreti e abbandonati.
Il gruppo comprende artisti, architetti, storici, informatici. La polizia si oppone ufficialmente alle loro opere, ma nella lotta contro gli intellettuali ha poche speranze. L'unica volta che la polizia è riuscita ad identificare alcune persone, i giudici hanno respinto le accuse mosse contro di loro, ed un esponente del governo le ha definite "stupide".

Il gruppo de lex UX è diviso in diversi team, uno tutto al femminile specializzato nelle infiltrazioni, uno che gestisce un sistema di messaggi interno e una rete radio cifrata, uno che si occupa di un database, uno che organizza gli show sotterranei, uno che si occupa di fotografia e uno dei restauri.


Catacombe di ParigiCatacombe di Parigi



Fonti: Guardian -
Gizmodo

Copiato!