Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
A Tokyo c'è un bar che ti fa entrare solo se sei uno scrittore con una consegna imminente su cui lavorare
A Tokyo, nel distretto di Koenji, c'è un locale chiamato Manuscript Writing Café, in cui l'ingresso può rivelarsi particolarmente impegnativo. Ma non tutti posso entrare: è un caffè pensato per gli scrittori, e per accedervi bisogna essere (per citare un cartello esposto all'interno) "persone che hanno una scadenza di scrittura da affrontare".
A Tokyo c'è un bar che ti fa entrare solo se sei uno scrittore con una consegna imminente su cui lavorare
A Tokyo, nel distretto di Koenji, c'è un locale chiamato Manuscript Writing Café, in cui l'ingresso può rivelarsi particolarmente impegnativo. Ma non tutti posso entrare: è un caffè pensato per gli scrittori, e per accedervi bisogna essere (per citare un cartello esposto all'interno) "persone che hanno una scadenza di scrittura da affrontare".

A Tokyo, nel distretto di Koenji, c'è un locale chiamato Manuscript Writing Café, in cui l'ingresso può rivelarsi particolarmente impegnativo. Ma non tutti posso entrare: è un caffè pensato per gli scrittori, e per accedervi bisogna essere (per citare un cartello esposto all'interno) "persone che hanno una scadenza di scrittura da affrontare". Tutto questo al fine di "mantenere un livello di concentrazione e di atmosfera tesa".

In Giappone c'è una solida tradizione di bar tematici: è proprio nella terra del Sol Levante che sono nate le caffetterie a tema animali (gatti, ma anche molti altri animali tra cui gufi e ricci), in seguito arrivate anche in Occidente. Ma esistono anche locali ispirati ad anime, manga, cinema, musica e molto altro (tra cui i maggiordomo café per chi vuole essere trattato come una principessa). L'esperienza dello scrittore è un tema apprezzato: c'è anche un albergo che ti tratta come se fossi uno scrittore.

Il Manuscript Writing Café porta questo concetto all'estremo. Può entrare soltanto chi ha dei testi da scrivere (di ogni tipo, inclusi lavori di traduzione, impaginazione e multimediali). Gli scrittori che devono sbrigarsi a consegnare sono letteralmente costretti a terminare il lavoro prima di uscire: il bar ha regole precise. La Regola numero 1 è che, quando si entra nel locale, bisogna lasciare all’ingresso un biglietto che indichi quante parole bisogna scrivere ed entro che ora. La Regola numero 2 è che, al passare di ogni ora, il gestore del locale verrà a chiedere allo scrittore come stia andando. La Regola numero 3 è che allo scrittore è proibito lasciare il locale fino a quando non ha finito di scrivere.

Il caffé permette di consumare cibo portato da casa o da altri locali, ma offre tutto il necessario per lavorare al pc, e il prezzo finale include un ammontare di yen per ogni ora passata (e questo rende la Regola numero 3 una saggia strategia di business).

Il servizio prevede diversi livelli di "severità", in base a quanto si voglia sentire la pressione: con l'opzione "S", ad esempio, lo staff sarà severo, insistente e aggressivo, mentre l'opzione "M" ti assicura un'atmosfera un po' più rilassata. Qualsiasi sia l'opzione, in ogni caso, è molto probabile che chi entra senta la tensione e l'impazienza di chi lo circonda.

Copiato!