Gli antichi frammenti di ceramica con dei disegni fatti da bambini egizi di 2000 anni fa
In Egitto, gli archeologi hanno fatto una grande scoperta: si tratta di un'ampia collezione di frammenti di ceramiche che gli antichi egizi usavano come "taccuino".
Gli antichi frammenti di ceramica con dei disegni fatti da bambini egizi di 2000 anni fa
In Egitto, gli archeologi hanno fatto una grande scoperta: si tratta di un'ampia collezione di frammenti di ceramiche che gli antichi egizi usavano come "taccuino".

In Egitto, gli archeologi hanno fatto una grande scoperta: si tratta di un'ampia collezione di frammenti di ceramiche che gli antichi egizi usavano come "taccuino". Nella città perduta di Athribis, nell'Egitto centrale, i ricercatori hanno catalogato più di 18.000 frammenti, alcuni dei quali sembrano contenere disegni e parole scritte da giovani studenti.

I pezzi di ceramica con iscrizioni di questo tipo sono conosciuti come "ostraca" (da cui deriva anche la parola "ostracismo"). Molto più economici dei papiri, i pezzi di ceramiche rotte erano perfetti per segnare appunti e liste, ma anche per insegnare ai giovani a disegnare e a scrivere.

Tra i 18.000 frammenti trovati sul sito c'erano i disegni di un bambino.
Tra i 18.000 frammenti trovati sul sito c'erano i disegni di un bambino. // Athribis-Project Tübingen

Molti dei pezzi trovato ad Athribis sembrano provenire da una scuola di ben 2000 anni fa. L'egittologo Christian Leitz, dell'Università di Tübingen in Germania, ha detto che ci sono liste di mesi, numeri, problemi aritmetici, esercizi di grammatica e un particolare alfabeto basato sugli uccelli (ogni lettera era rappresentata da un uccello il cui nome cominciava per quella lettera).

Sono state trovate centinaia di tavolette con lo stesso simbolo scritto sia sul fronte che sul retro. Gli archeologi ritengono che alcuni alunni venissero costretti a riscrivere le righe per punizione
Sono state trovate centinaia di tavolette con lo stesso simbolo scritto sia sul fronte che sul retro. Gli archeologi ritengono che alcuni alunni venissero costretti a riscrivere le righe per punizione // Athribis-Project Tübingen

Altri frammenti mostrano i disegni di un bambino, che rappresentano tre forme umane, ma anche figure geometriche e animali come scorpioni e rondini. Più di cento degli ostraca trovati ad Athribis sono ricoperti da esercizi di scrittura particolarmente ripetitivi, che comprendono caratteri scritti più e più e più volte, sul fronte e sul retro. Si pensa che potesse essere una sorta di punizione inferta ai bambini indisciplinati, come avveniva nelle scuole fino a pochi anni fa.

Molte delle iscrizioni sono scritte in demotico, un sistema di scrittura usato durante il regno di Tolomeo XII, conosciuto per essere stato il padre di Cleopadra, che regnò in un periodo compreso tra l'81 a.C. e il 51 a.C.

Oltre ai disegni, sono stati trovati dei frammenti con un alfabeto basato sugli uccelli
Oltre ai disegni, sono stati trovati dei frammenti con un alfabeto basato sugli uccelli
Ostraca pittorica con un babbuino e un ibis, i due animali sacri di Thoth, dio della saggezza
Ostraca pittorica con un babbuino e un ibis, i due animali sacri di Thoth, dio della saggezza
Copiato!