Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Dopo un'accurata pulizia, questa croce anglosassone di 1000 anni fa mostra la magnificenza di ogni suo dettaglio
Nel 2014, il cacciatore di tesori Derek McLennan stava setacciando un campo nella Scozia sud-occidentale, quando dissotterrò ciò che sembrava essere un pezzo di metallo decorato con motivi anglo-sassoni.
Dopo un'accurata pulizia, questa croce anglosassone di 1000 anni fa mostra la magnificenza di ogni suo dettaglio
Nel 2014, il cacciatore di tesori Derek McLennan stava setacciando un campo nella Scozia sud-occidentale, quando dissotterrò ciò che sembrava essere un pezzo di metallo decorato con motivi anglo-sassoni.

Nel 2014, il cacciatore di tesori Derek McLennan stava setacciando un campo nella Scozia sud-occidentale, quando dissotterrò ciò che sembrava essere un pezzo di metallo decorato con motivi anglo-sassoni.

"Andai in shock, e incespicai verso i miei colleghi. Mi mancava l'aria" disse McLennan alla BBC. Pensate a quali livelli giunse l'emozione quando saltò fuori che quella era solo la punta dell'iceberg. Lui e i suoi due amici, in realtà, si erano appena imbattuti in quello che poi sarebbe stato conosciuto come il "Tesoro di Galloway", composto da oltre 100 oggetti d'oro e d'argento. Si è trattato di uno dei più grandi ritrovamenti di sempre, nel Regno Unito, di artefatti risalenti all'epoca vichinga.

Il National Museums Scotland ha acquisito il "Galloway Hoard" nel 2017. Da allora, gli esperti di conservazione hanno lavorato a lungo per ripulire i vari oggetti e riportarli all'antico splendore: tutti i ritrovamenti hanno passato oltre 1000 anni in un campo scozzese. Questa settimana, il museo nazionale ha rilasciato (e condiviso con noi) delle immagini impressionanti dell'ultimo oggetto sottoposto a questo processo: una croce anglo-sassone finemente decorata.

croce anglosassone di 1000 anni fa
National Museums Scotland

Dopo aver passato un intero millennio sottoterra, la croce era incrostata di sporcizia. Avvolta in un cavo d'argento arrotolato, la sua pulizia è stata una sfida particolarmente ardua. Improvvisando, i conservazionisti hanno infine utilizzato un aculeo di porcospino intagliato, un oggetto "abbastanza affilato da rimuovere lo sporco ma abbastanza soffice da non danneggiare l'artefatto", secondo quanto affermato dal museo. La pulizia ha rivelato le decorazioni di niello nero, una lega metallica, e delle parti in oro. Ogni braccio dell'artefatto mostra un intaglio intricato che raffigura uno dei quattro evangelisti.

croce anglosassone di 1000 anni fa durante il processo di pulizia
National Museums Scotland

La croce è un esempio incredibile di oreficeria anglosassone. "Le croci anglosassoni di questo tipo sono estremamente rare. La scoperta di questa croce, in un contesto così notevole, è di grande importanza per gli studi sui lavori degli orefici dell'alto medievo, e per la nostra comprensione delle interazioni tra Vichinghi e Anglosassoni in questo periodo turbolento" ha affermato Leslie Webster, precedentemente curatrice di un reparto del British Museum.

Gli archeologi pensano che la croce sia stata seppellita nel IX secoloMartin Goldberg, principale curatore della collezione dell'Alto Medioevo e degli artefatti vichinghi del National Museum of Scotland, ha riferito che questo artefatto così elaborato apparteneva probabilmente a un re o a un chierico di alto rango. Si sospetta che la croce possa essere stata rubata in un raid vichingo. "Molti tesori ecclesiastici sono stati depredati dai monasteri, o almeno questo è ciò che le testimonianze storiche dell'era Vichinga ci riportano" ha spiegato Goldberg all'Observer.

La croce verrà mostrata al museo di Edinburgo dal 19 febbraio al 9 maggio 2021, insieme ad altri intredibili ritrovamenti.

croce anglosassone di 1000 anni fa ripulita
National Museums Scotland
Copiato!