Non perderti neanche un post: seguici su Facebook
Costruendo Ponti: le gigantesche mani di Lorenzo Quinn lanciano un messaggio di unità su Venezia
Il mese scorso Venezia, in occasione della Biennale, ha accolto la straordinaria opera Building Bridges (Costruendo Ponti) dello scultore Lorenzo Quinn. Installata all'Arsenale di Venezia, la scultura è formata da 6 coppie di mani che, alzandosi dai due argini, si incontrano per formare un ponte.
Il mese scorso Venezia, in occasione della Biennale, ha accolto la straordinaria opera Building Bridges (Costruendo Ponti) dello scultore Lorenzo Quinn.
Installata all'Arsenale di Venezia, la scultura è formata da 6 coppie di mani che, alzandosi dai due argini, si incontrano per formare un ponte. Un ponte che diventa metafora di unione, incontro, in opposizione ai muri che vengono a crearsi tra due esseri umani o tra due popoli.
Le dimensioni sono notevoli: l'opera è alta 15 metri e lunga 20. L'utilizzo delle mani riprende l'opera di due anni fa, con le mani che "sostenevano" un palazzo sul Canal Grande, per supportare la consapevolezza sul cambiamento climatico.
Ogni coppia di mani, nell'installazione Building Bridges, rappresenta un valore universale.
L'amicizia è raffigurata con due mani che si toccano appena, in una configurazione simmetrica che simboleggia fiducia e sostegno. La saggezza è una mano anziana insieme a una più giovane, per illustrare il passaggio della conoscenza tra le generazioni. L'aiuto sono due mani che si uniscono in un gesto di empatia e di supporto. La fede è rappresentata con una mano adulta che stringe quella di un bambino. La speranza sono due mani dalle dite intrecciate. L'amore, infine, è illustrato con due mani con le dita stretta tra loro.

Lorenzo Quinn, nato a Roma, è un famoso sculture e figlio del premio Oscar Anthony Quinn. Ha passato la sua infanzia tra gli USA e l'Italia. Nel nostro paese ha scoperto l'amore per l'arte e l'architettura, poi coltivato all'Accademia delle Belle Arti di New York. Se il suo lavoro vi ispira, potete seguire l'artista su Instagram.



Immagini pubblicate con il permesso dell'artista o dei suoi rappresentanti
© Lorenzo Quinn

Copiato!